Società
mercoledì 14 marzo 2018
Junior Camp, bella partecipazione alle finali del Lattebusche

Nel week end appena trascorso si è concluso il Grand Prix Lattebusche per le categorie baby cuccioli !!! Sulla parte finale della Tofana dove gareggia la coppa del mondo femminile sono andate in scena le finali Regionali organizzate dallo sci club Cortina.
Il sabato ha visto i piccoli Blues già qualificati impegnati nello slalom speciale mentre per gli altri si è corso il gigante di ripescaggio.
Fermo ai box per la febbre Giorgio Berto sono scesi in pista per i cuccioli femminile Ludovica Cesaro che ha concluso la sua prova nonostante una pista difficile e la sua poca esperienza in slalom che le ha comunque consentito di prendere confidenza con il pendio e la neve per la gara del giorno dopo.
Tra i maschietti Marco Senter e Sebastiano Scarpa hanno lottato in mezzo alle buche concludendo la loro prova dimostrando grande carattere e grinta.
Nella pista a fianco pronti a guadagnarsi un posticino nella finalissima di domenica Nicola Accordini si lancia a tutto gas nel tracciato ma purtroppo una caduta lo esclude dai giochi mentre stava lottando come un leone, stessa sorte per Gildo Moscato che sfortunatamente esce a due porte dal traguardo. Conclude invece la sua prova Niccolo' Cenzato al 14 posto che non gli consente la qualificazione ma che si porta a casa un bel bagaglio di esperienza.
Domenica 11 in scena la finalissima con 403 atleti al via divisi su due tracciati. Nonostante le difficili condizioni meteo con pioggia e nebbia a intermittenza grazie all'ottimo lavoro in pista da parte dello sci club Cortina si è riusciti a portare a termine la gara.
Ottimo il risultato generale dei piccoli Blues che si sono battuti come veri campioni, hanno avuto coraggio e hanno sfidato fino all'ultimo metro se stessi e i loro avversari. Al maschile nei baby spunta nella nebbia il più piccolo del gruppo Marco Torresin che nonostante partisse per ultimo in una categoria che vedeva al via 62 atleti si classifica al 22 posto. Nei cuccioli Giorgio Berto 23 e Sebastiano Scarpa 27 dimostrano di avere grinta da vendere. Nella stessa categoria Marco Senter fatica un po' di più ma conclude anche lui la sua prova con determinazione.
Una parentesi se la merita Ludovica Cesaro che alla sua gara più difficile trova il coraggio nonostante la neve, la pioggia e la nebbia di sfidare il proprio limite uscendo dal cancelletto come non mai, attacca dalla prima porta decisa a rischiare ogni metro per tentare una qualificazione al Criterium solo pochi mesi fa insperata ma che purtroppo finisce la sua gara con una brutta caduta che consiglierà i medici ad un trasporto in ospedale per accertamenti. Ludovica ora sta bene e non vede l'ora di tornare in pista!!!
Bravi piccoli Blues siamo orgogliosi di voi !!!

nota stampa società

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri