Sci alpino
mercoledì 1 agosto 2018
Cortina 2021, ecco il cantiere per la nuova ski area Rumerlo

Giornata intensa di appuntamenti fondamentali, quella di ieri, martedì 31 luglio, nel cammino di avvicinamento ai Campionati del Mondo di Sci Alpino Cortina 2021. Il commissario ctraordinario alle opere sportive Luigivalerio Sant’Andrea, i rappresentanti della Provincia di Belluno (stazione zppaltante) e l’impresa di costruzioni E.MA.PRI.CE SpA hanno sottoscritto questa mattina il verbale di consegna dei lavori per realizzare nella Ski Area di Rumerlo la nuova Finish Area, l’adeguamento della viabilità comunale e 3 tunnel di collegamento sciistico sulla pista “Vertigine”.

Si apre così il primo cantiere promosso direttamente da Fondazione Cortina 2021 (e attuato dal Commissario) che realizzerà già per la prossima Coppa del Mondo di Sci femminile di Gennaio 2019 l’assetto definitivo della Ski Area dove si svolgeranno le gare maschili e femminili di discesa libera, supergigante, slalom gigante e parallelo dei Campionati del Mondo 2021.

Più nello specifico la nuova area d’arrivo sarà situata in località Rumerlo di fronte al ristorante El Camineto con una vista panoramica su tutta la valle. L’intervento riguarda un’area di circa 43.000 mq con movimenti terra pari a 23.000 mc. La nuova area d’arrivo ha una lunghezza di 120 metri e una larghezza di 80 metri, è dotata di tutti i sotto servizi per le forniture di energia elettrica, della fibra ottica, dei cavi per il cronometraggio, della distribuzione idrica e di smaltimento dei reflui, il tutto dimensionato secondo gli allestimenti temporanei da realizzare sia per le gare di Coppa del Mondo che per i Mondiali Cortina 2021. L’area sarà in grado di accogliere grazie all’allestimento di strutture temporanee circa 20.000 persone. È un lascito per tutte le manifestazioni sportive future grazie alla possibilità di essere modulabile in base alle diverse esigenze.

Sarà poi realizzato un by-pass stradale che si stacca a valle del nuovo sacco d’arrivo, entra in un pianoro e sale verso monte attraverso una zona boschiva ricollegandosi, sopra al ristorante El Camineto, all’attuale strada in direzione Piè Tofana. Lo sviluppo è di 550 metri con una pendenza massima del 13%. La strada verrà attraversata, mediante un sottopassaggio, dallo ski-weg di collegamento dei sacchi d’arrivo di Rumerlo e di Druscié.

Verranno infine realizzati 3 tunnel sulle piste Vertigine e Olympia delle Tofane per consentire l’attraversamento della zona gara agli addetti ai lavori.

Oggi pomeriggio si è svolta poi in Comune a Cortina la terza Conferenza dei Servizi promossa dal Commissario Straordinario alle opere sportive Luigivalerio Sant’Andrea per raccogliere i pareri delle Istituzioni competenti in merito ai progetti relativi agli interventi per la realizzazione della nuova pista “Lino Lacedelli”, del bacino Idrico Cinque Torri a supporto delle attività di protezione civile, del sistema antivalanghe a servizio della pista Vertigine e infine dell’ampliamento della pista ciclabile nella città di Cortina.

La nuova pista “Lino Lacedelli”, nella Ski Area 5 Torri, avrà uno sviluppo di 1.500 metri con una larghezza che va da un massimo di 60 a un minimo di 40 metri, un dislivello di massimo di 350 metri e una pendenza massima del 39%. Vi si svolgeranno le gare di qualificazione per le prove di slalom gigante e slalom speciale.

Il Bacino Idrico Potor di Cinque Torri verrà realizzato in prossimità della stazione di valle della seggiovia Potor, ad un’altitudine di circa 2.100 m circa ed avrà una capacità di 20.000 mc.. Garantirà l’innevamento delle piste del comprensorio sciistico e sarà una risorsa da utilizzare in casi di emergenze in ambiente di protezione civile, sia per interventi di spegnimento di incendi boschivi sia per emergenze idropotabili che potrebbero manifestarsi in periodo di particolare magra delle sorgenti dei Comuni di Cortina d’Ampezzo e limitrofi.

Il sistema per la messa in sicurezza dal rischio valanghe del tracciato della pista Vertigine – considerato ad oggi il più complesso sistema di protezione dell’intero arco alpino - prevede la posa di 20 campane esploditrici. Di queste, 4 campane verranno posizionate nel comprensorio di Ra Valles, dove i grossi accumuli di neve possono interessare la pista Vertigine; le altre 16 verranno posizionate all’interno del comprensorio della società ISTA.

“Sono molto contento – ha commentato il Commissario Luigivalerio Sant’Andrea – grazie alla sinergia tra le Istituzioni territoriali abbiamo mantenuto gli impegni assunti secondo la programmazione delle attività indicate nel Piano degli Interventi: in pochi mesi abbiamo fatto 3 Conferenze dei Servizi e affidato i lavori in zona Rumerlo. Il completamento della nuova finish area entro Gennaio 2019 consentirà di poter organizzare le gare di Coppa del Mondo femminile con il layout del 2021. Avremo perciò la possibilità di testare le infrastrutture di gara già 2 anni prima del grande evento”.

“Ci siamo dati una tabella di marcia decisamente intensa – ha commentato Valerio Giacobbi, Amministratore Delegato di Fondazione Cortina 2021 – dialoghiamo quotidianamente con la struttura del Commissario Sant’Andrea per centrare gli obiettivi che ci siamo dati nei tempi concordati”.

comunicato stampa

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri