Bob e skeleton
domenica 7 ottobre 2018
Bob e skeleton, ecco i nuovi tricolori di spinta

La manifestazione sportiva organizzata ottimamente dal Bob Club Cortina in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Invernali e Servizi Ampezzo di Cortina ha visto al via tutti i migliori atleti italiani delle due discipline del budello, ma è anche stata un'ottima occasione per far avvicinare al bob e allo skeleton sportivi provenienti da altri sport. La Fisi ha infatti deciso di rilanciare il movimento italiano decidendo di fare "sistema", ovvero cercando di unire in un progetto comune gli interessi di federazione, gruppi sportivi militari e dei vari bob club.

Una strategia in cui il consigliere federale con delega al bob e allo skeleton Stefano Longo crede fortemente, " E' fondamentale che corpi militari, federazione e le società sportive si muovano nella stessa direzione per far ripartire il movimento - queste le parole di Longo che ha aggiunto - Questo appuntamento è stato un importante punto di partenza per il rilancio delle due discipline. Qui a Cortina oltre agli atleti delle squadre nazionali hanno preso parte molti ragazzi che abbiamo reclutato nelle scorse settimane e che provengono da altri settori sportivi. Questa è la direzione giusta per garantire un futuro roseo al bob e allo skeleton italiano."

La giornata di gare si è aperta con la competizione di bob a due maschile disputata sulla distanza di un'unica manche che ha visto la partecipazione di equipaggi la cui composizione è stata definita tramite sorteggio. Il titolo italiano è andato all'inedito sodalizio formato da Costantino Ughi (CS Aeronautica Militare) e dalla new entry Alexi Atchori Essoh (Bob Club Cortina) atleta proveniente dalle prove multiple dell'atletica leggera che si è avvicinato al bob solamente nelle scorse settimane.

Seconda e terza posizione per due equipaggi del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, con Patrick Baumgartner e Mattia Variola secondi a soli 4 millesimi dai vincitori, e Fontana-Boni terzi a 46 millesimi da Ughi-Essoh.

Nello skeleton femminile netta affermazione per la favorita della vigilia Valentina Margaglio (GS Fiamme Azzurre). La piemontese di ben 202 millesimi Alessia Crippa e di 258 millesimi l'ex-astista Elena Scarpellini (Aeronautica Militare).

Tra gli uomini in contumacia del leader del movimento Mattia Gaspari ancora alla prese con un lento recupero dall'infortunio al tendine d'Achille, sorprendente vittoria del debuttante Amedeo Bagnis (Bob Club Cortina) che nonostante la scarsissima conoscenza dello skeleton, strumento con cui ha preso contatto solamente pochi giorni prima, è riuscito a mettersi alle spalle il più titolato Manuel Schwaerzer (ASV Gitschberg) e l'altro rookie Pietro Augusto Drovanti (Bob Club Cortina) staccati rispettivamente di 56 e 88 millesimi.

Tra le società successo nello skeleton per il Bob Club Cortina, nel bob invece affermazione per il Centro Sportivo dell'Aeronautica Militare.

comunicato stampa

QUI il dettaglio delle graduatorie.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Inserire almeno 4 caratteri