Sci d'erba
martedì 29 agosto 2017
Frau re di Coppa!

Italia dominatrice nel finale di Coppa del mondo a Santa Caterina: Edoardo Frau porta a termine la sua fatica e conquista la quinta Coppa assoluta della sua carriera dopo quelle del 2008, 2012, 2013 e 2016. A 37 anni, l'alpino veneto è ancora il più regolare nel corso della stagione e pur senza acuti di grande rilievo in cui non ha mai fatto peggio del sesto posto, con la gemma del successo nel gigante di Rettenbach e gli ulteriori podi con il secondo posto nei giganti di Montecampione e Predklasteri e il terzo posto nella supercombinata di Rettenbach, riesce a totalizzare 23 punti in più del diretto inseguitore, l'austriaco Michael Stocker e ad aggiudicarsi il trofeo.
Lorenzo Gritti è invece la forza esplosiva dello sci d'erba azzurro: il 32enne di Nembro, in provincia di Bergamo, alfiere del Vertovese, vince la quarta gara sui quattro slalom disputati in stagione e si aggiudica quindi la Coppa di specialità.
Regolati austriaci e svizzeri, quest'anno molto competitivi e ora il Team Italia si prepara ai Mondiali di Kaprun di inizio settembre con grandi ambizioni.
La gara, anche quest'oggi, vive nel segno di Lorenzo Gritti che domina con il tempo di 30"67, incalzato dal ceco Bartak a 30"95. Terzo è l'austriaco Angerer con 30"98. Poi gli uomini di classifica: Stocker è quarto, ma non basta, quinto è Portmann e sesto Frau. Ma nella generale i posti si invertono ed è Frau a chiudere con 595 punti, davanti per 23 lunghezze a Stocker e per 62 davanti a Portmann.
Gli altri azzurri: Guerini chiude al nono posto, mentre è 11/o Notaris, 12/o Arrigoni, 14/o Saviane, 18/o Buio, 22/o Combi, 24/o Zamboni, 25/o Schiavetti, 27/o Milesi, 28/o Bleynat e 29/o Reghin.

Lo slalom femminile è stato vinto dall'austriaca Jacqueline Gerlach davanti alla slovacca Barbara Mikova e all'altra austriaca Kristin Hetfleisch, settima e migliore delle nostre Antonella Manzoni. La coppa generale va a Mikova con 860 punti, precedute Gerlach con 810 e Hetfleisch con 630, decima Ambra Gasperi e undicesima Antonella Manzoni.

"E' stata una Coppa tirata, molto difficile, ma rispetto agli anni passati sono sempre andato a punti in ogni gara: una cosa che non mi capitava da vent'anni". Spiega così la vittoria della quinta Coppa del mondo personale, l'alfiere della squadra azzurra, Edoardo Frau.
"Sono arrivato alle gare di Santa Caterina sapendo di non poter fare miracoli, ma l'esperienza e la continuità mi hanno aiutato e, alla fine, il risultato è arrivato".
"La testa è ai Mondiali di Kaprun di inizio settembre, ci arrivo con una mentalità vincente. Gli appuntamenti secchi non li ho mai mancati e so di poter far bene. Mi piacerebbe una medaglia nello slalom o nella supercombi, perché mi manca, anche se so di essere più forte nel gigante e nel superG".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri